Ottobre 2017
LunMarMerGioVenSabDom
      1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Calendario Calendario

Cerca
 
 

Risultati secondo:
 


Rechercher Ricerca avanzata

Ultimi argomenti
» LAvoro Roma: Tutor, collaboratori, orientatori
Mer Lug 06, 2016 9:54 am Da Admin

» Lavoro Roma: Orientatore Professionale
Mar Set 29, 2015 12:53 pm Da Admin

» 5° convegno biennale sull’orientamento narrativo
Gio Ago 06, 2015 10:46 am Da Admin

» Lavoro Roma: ORIENTATORI PER PROGETTO GARANZIA GIOVANI
Dom Giu 14, 2015 6:26 pm Da Admin

» Lavoro - Roma: Orientatore per gestione sportello Servizi per il Lavoro
Dom Giu 14, 2015 6:23 pm Da Admin

» Sondaggio Formativo
Mer Giu 03, 2015 7:46 pm Da Admin

» Seminario Formativo Roma: Dai voce al tuo valore. Fausto Fantini
Sab Mag 09, 2015 2:18 pm Da Admin

» Roma - Lavoro: ORIENTATORI PER PROGETTO STRANIERI
Dom Mag 03, 2015 11:28 pm Da Admin

» Lavoro Albenga: orientatore
Mer Apr 15, 2015 11:31 pm Da Admin

» Lavoro Roma: Orientatore
Mer Apr 15, 2015 11:29 pm Da Admin


Dai "monumenti allo spreco" all'orientamento nei Centri per l'Impiego

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

190313

Messaggio 

Dai "monumenti allo spreco" all'orientamento nei Centri per l'Impiego




Leggo l'articolo relativo ai Centri per l'Impiego sull'Espresso e nei commenti ecco svelato il futuro di queste strutture, soprattutto, la grande competenza di alcuni suoi operatori.

Ecco ricostruito l'intervento di chbar
Gentile Walter D'Amario, premetto che lavoro in un CPI dell'Emilia Romagna da 10 anni, che mi occupo di orientamento al lavoro, che vado al lavoro tutti i giorni con entusiasmo e non per scaldare la sedia, che sono stato assunto perchè ho superato un concorso pubblico, che ho 38 anni e sono laureato e che il mio stipendio mensile è di 1.100 euro. Se dovessimo adottare il ragionamento che ha fatto Lei nel suo articolo, vale a dire - dato che il CPI di Roma non funziona quindi non funzionano i CPI d'Italia - allora potrei dire che dato che lei ha scritto un articolo superficiale, inesatto nei contenuti ed approssimativo, gli articoli scritti dai giornalisti dell'Espresso sono superficiali, inesatti ed approssimativi. Io non la penso così', non sono così ingenuo e per questo continuerò a rinnovare l'abbonamento al vostro giornale anche quest'anno. Continua...
Sarebbe stato più corretto prendere in considerazione anche realtà che funzionano (e le posso garantire che ci sono in Italia). Per aiutarla nelle sue prossime valutazione o i prossimi articoli in cui tratterà il sistema pubblico delle politiche del lavoro, Le consiglio di fare un giro anche in questi Centri per l'Impiego (ce ne sono altri ma questi li conosco un po' meglio): http://www.agenzialavoro.tn.it http://www.provincia.fc.it/lavoro/ http://www.lavoro.ra.it/ http://www.riminimpiego.it/ http://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/lavoro-per-te Mi permetta alcune valutazioni, sarò didascalico: Da noi la fila agli sportelli c'è eccome, non solo da ora, perché offriamo un buon servizio (chiaramente migliorabile) alle persone e alle aziende; C'è la fila anche perché da anni siamo sotto organico a fronte di un elevato aumento di utenza; e molto spesso ci prendiamo le colpe di tutto...dal governo nazionale in giù!! E il suo articolo stile Brunetta non aiuta proprio nessuno.
Per la cronaca: io e miei colleghi abbiamo ad oggi appuntamenti fissati per metà aprile e sempre per la cronaca proprio ieri si è conclusa una selezione di un'azienda del nostro territorio che ha assunto 10 persone grazie al nostro servizio; Offriamo servizi di accoglienza (anche multilingua e LIS), orientamento al lavoro, counselling, bilancio di competenze, Orientamento per i minori in Obbligo Formativo, Cassa integrazione in deroga, Laboratori di gruppo sulle tecniche di ricerca lavoro, Preselezione, Consulenza on line, Autoconsultazione internet, Tirocini formativi, Raccordo con il sistema formativo oltre a consulenza e assistenza alle aziende per assunzioni, Agevolazioni, ricerca personale; Abbiamo fasce d'utenza variegata, Manager, quadri, impiegati, tecnici, laureati, diplomati...oltre a supportare nella consulenza e nella ricerca anche di una fascia di utenza debole; continua...
Questa categoria debole di utenza (over 50, persone in mobilità, donne sole, persone con difficoltà non certificate) spesso dai Servizi privati (Agenzie) non viene nemmeno presa in considerazione; A proposito, faccia una bella indagine sui servizi delle Agenzie private, provi a vedere quante persone collocano, si informi se le offerte che pubblicano sono vere, e soprattutto si informi su quali servizi offrono alle persone e dato che c'è provi a valutare verso chi è rivolta tutta la loro attività...L'interesse del lavoratore o il loro fatturato??? Le Agenzie si occupano prevalentemente di Selezione (che rende economicamente perché fanno contratti con le aziende). Gli altri servizi che dovrebbero offrire (consulenza, tecniche di ricerca, orientamento, etc) non le erogano, ma mandano ai CPI tutte le persone che per il loro profilo non reputano interessanti...Io sono cmq per un sistema pubblico/privato;
In Germania, Olanda, Inghilterra il consulente di orientamento (la persona che fa il mio lavoro) ha in carico ogni anno circa 200 persone; io e i miei colleghi ogni anno prendiamo in carico dalle 1100 alle 1200 persone; In quei Paesi si investe sulle politiche del lavoro e sui servizi pubblici, in Italia, a parte il periodo post riforma, si è sempre tagliato; In proporzione, di queste 1200 persone, nel nostro paese, solo la metà realmente cerca lavoro: le altre persone si iscrivono ai servizi per indennità di disoccupazione, esenzioni ticket sanitari, iscrizioni asilo, rinnovo permessi soggiorno, servizi sociali, case popolari, come prevede la legge che noi non abbiamo scritto;
L'Obiettivo dei Centri per l'Impiego (si chiamano così apposta, altrimenti si chiamerebbero Centri dell'Impiego) è quello di migliorare l'occupabilità di chi cerca lavoro attraverso azioni e strumenti diversi ed integrati fra loro (informazione, orientamento, bilanci di competenze, formazione, potenziamento delle tecniche di ricerca, incontro domanda offerta, etc) dato che i Centri per l'Impiego non creano occupazione e che le offerte provengono dal sistema delle imprese private soggette al mercato. Queste cose le Agenzie non le fanno; Come potrà evincere dai dati dell'indagine Excelsior Unioncamere http://excelsior.unioncamere.net riferibili al nord est Italia sul comportamento delle aziende in fase di selezione del personale, le imprese (dato che non sono obbligate a rivolgersi a nessun servizio, compreso il nostro) si attivano in maniera informale (conoscenza diretta 34%, banche dati interne 26%, conoscenti e fornitori 13%, stampa 7%, Centri Impiego e Agenzie di somministrazione 6%
Questi dati derivano prevalentemente dalla struttura del mercato del lavoro (costellazione di piccole e medie imprese), da un elevato numero di persone occupate in nero, dalla presenza di zone industriali/artigianali in ogni Comune (si conoscono tutti...), da una bassa cultura e propensione alla valutazione delle competenze nella scelta dei propri collaboratori e dalla non conoscenza (o bassa percezione) dei servizi pubblici per l'impiego sul territorio. Faccio presente, inoltre, che la stragrande maggioranza delle aziende che si rivolgono ai nostri servizi o attraverso l'incontro domanda offerta (nominativi segnalati dai nostri servizi) o grazie alla pubblicizzazione delle offerte sui nostri siti internet, trovano le professionalità che stanno ricercando. continua...
Quindi, oggettivamente, non è possibile misurare la qualità di un servizio quale il nostro solo sulla base di un dato quantitativo riferibile all'incontro domanda offerta, dato che si tratta solo di uno degli strumenti che attiviamo e dato che molte persone, (e ce lo comunicano) trovano lavoro dopo percorsi formativi, di tirocinio o di potenziamento delle competenze personali avviati attraverso la nostra attività e che sfuggono ai dati delle statistiche. L'orientamento al lavoro, infatti, viene definito un percorso di sviluppo dell'autonomia personale Grazie per l'attenzione
Interessante anche l'intervento di luigioliveri su rilievoaiaceblogliveri

La parola d'ordine, quindi, non è chiudere, ma ... INVESTIRE!
avatar
Admin
Admin

Messaggi : 376
Punti : 3555
Reputazione : 0
Data d'iscrizione : 02.12.10

http://orientamentolazio.forumattivo.it

Tornare in alto Andare in basso

- Argomenti simili
Condividi questo articolo su: Excite BookmarksDiggRedditDel.icio.usGoogleLiveSlashdotNetscapeTechnoratiStumbleUponNewsvineFurlYahooSmarking

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum